“60 anni per quattro pali. Vergogna!”




L’Akragas gioca la prima partita “casalinga” al De Simone di Siracusa. La Lega ha chiuso l’Esseneto e i biancazzurri dovranno giocare il resto della stagione in terra aretusea.

Il primo impatto è devastante, anche perché subito dalla squadra padrona di casa che ha giocato sospinta dal proprio meraviglioso pubblico.

In curva, nel settore ospiti, un gruppetto di fedelissimi tifosi akragantini hanno esposto uno striscione. Poche parole che valgono più di un trattato internazionale: “60 anni per 4 pali, vergogna!!! Tutti colpevoli!!!”. Una sentenza di condanna per tutte le parti in causa.