Agrigento, operazione di polizia ambientale contro il lavoro nero




Continua l’intensa attività della Guardia Finanza a tutela dell’ambiente agrigentino.

I Finanzieri della Compagnia di Agrigento e della Tenenza di Porto Empedocle, hanno sottoposto a sequestro un frantoio per la molitura delle olive in territorio di Montallegro (AG).

I proprietari, anziché smaltire le acque di vegetazione di origine olivicola mediante lo spandimento in luoghi idonei ed autorizzati, provvedevano, illegalmente a sversare incontrollatamente parte dei reflui industriali nel terreno e nelle strade confinanti con l’opificio fino a raggiungere la S.S. 640.

Il titolare del frantoio sequestrato è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Agrigento per gestione illecita di rifiuti e realizzazione di discarica abusiva.

La questione dello smaltimento illegale delle acque di vegetazione, derivanti dalla lavorazione industriale, è molto sentito in questo periodo in quanto il mancato rispetto degli adempimenti previsti genera gravi danni ambientali.

Nel corso del controllo all’interno dello stabilimento di lavorazione delle olive sono stati altresì individuati 4 (quattro) lavoratori “in nero”.