Akragas, vittoria sfumata: un rigore (discutibile) frena i biancazzurri




L’Akragas impatta in casa contro il Matera al termine di una partita condizionata dall’arbitraggio. I biancazzurri di Lello Di Napoli, come è già accaduto in diverse occasioni, hanno tenuto bene il campo contro una formazione sicuramente meglio attrezzata.

Rischiano grosso al 28′ quando l’arbitro assegna il primo calcio di rigore in favore dei materani per un atterramento di Corado da parte di Vono. Dal dischetto Giovinco calcia alto. Gli akragantini hanno il merito di non demordere e nella ripresa passano in vantaggio al 68′ grazie ad un “eurogol” di Antonio Sepe. Un sinistro in diagonale che non ha lasciato scampo al portiere Golubovic.

A 10 minuti dalla fine, Babbo Natale assume le sembianze dell’arbitro e confeziona un secondo dono molto gradito alla formazione di Auteri giudicando volontario un tocco di braccio di Sepe su una conclusione molto ravvicinata di Dugandzic. Inutili le proteste dei biancazzurri con Giovinco che dal dischetto ha spiazzato Vono.

La partita si è conclusa senza altri pericoli corsi dai due portieri.

Da segnalare una nutrita rappresentanza di tifosi akragantini in tribuna che hanno applaudito ed incoraggiato i “giganti” per tutto il match.

IL TABELLINO

AKRAGAS-MATERA 1-1

AKRAGAS (4-2-3-1): Vono, Scrugli, Russo, Pisani, Sepe, Carrotta, Bramati, Gjuci (46’ Saitta), Salvemini, Longo, Moreo (58’ Franchi). A disposizione: Lo Monaco, Petrucci, Ioio, Indelicato, Canale, Saitta, Rutolo, Franchi, Tripoli, Minacori. Allenatore: Di Napoli.

MATERA (4-3-3): Golubovic, Angelo, De Franco, Sernicola, Salandria, Maimone, De Falco, Casoli, Sartore (82’ Battista), Corado (72’ Dugandzic), Giovinco (82’ Dammacco). A disposizione: Mittica, Buschiazzo, Dugandzic, Dammacco, Battista. Allenatore: Auteri.

ARBITRO: Luca Zufferli (Udine).
ASSISTENTI: Marco Carrelli ed Antonio Saverino (Campobasso).
RETI: 68’ Franchi, 80’ Giovinco ( R )