Alternativa Popolare: “Differenziata, famiglie in difficoltà”




I Consiglieri Comunali di Alternativa Popolare prendono posizione in merito alla gestione attuale del servizio di raccolta dei rifiuti.

E’ assurdo che dopo una giornata di fermo, come e’ appena capitato lo scorso Giovedì visto lo stato di sciopero dei lavoratori del servizio, adesso bisogna aspettare una settimana per svuotare i cassonetti del secco residuo” affermano i Consiglieri Teresa Nobile, Alfonso Mirotta e Alessandro Sollano e continuano “se i lavoratori proclamano lo stato di sciopero avranno i loro motivi e malesseri, e quindi tutta la nostra solidarietà ma dall’altra parte siamo di fronte ad una Amministrazione Comunale, con a capo Firetto che fa acqua da tutte le parti. Numerose famiglie si trovano in forte difficoltà in questo momento, perché devono rimettere dentro casa il residuo secco per poi insieme a tutto quello che verrà accumulato fino al prossimo Giovedì essere rimesso nuovamente fuori, possiamo tranquillamente affermare che le Nostre abitazioni diventano centri di deposito temporanei di rifiuti, tutto questo a causa di una pessima amministrazione che non sa come organizzare un servizio fondamentale. Auspichiamo che il Sindaco Firetto, l’Assessore Biondi e tutto il resto della ciurma possano trovare una strategia che miri a organizzare al meglio il servizio della raccolta differenziata, noi siamo sempre del parere che è necessario che intervenga la Regione con un commissariamento.