Aragona, ritrovarono tele sacre rubate: riconoscimento per il maresciallo Scibetta e l’appuntato Florio




Targa di riconoscimento al maresciallo Paolino Scibetta e all’appuntato Corrado Florio, per avere ritrovato due tele scomparse nel 2013 dalla chiesa Madre di Aragona.

Si trattava del “Bambino Gesù con gli strumenti della passione” della fine del XVIII ed inizio del XIX secolo e del “Santo Camilliano” del 1870.

Due tele molto prestigiose che i carabinieri di Aragona, coordinati dal maresciallo Paolino Scibetta, hanno ritrovato nel mese di luglio 2017, a casa di un pensionato aragonese, nel corso di diverse perquisizioni domiciliari.

L’anziano venne denunciato, in stato di libertà alla Procura per le ipotesi di reato di ricettazione di opere d’arte ed impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

La targa è stata consegnata ai due carabinieri al termine della celebrazione della santa messa in onore di San Gerlando officiata da mons. Luigi Renzo, vescovo di Mileto, presso la chiesa Sant’Alfonso ad Agrigento.

I sinceri complimenti al maresciallo Scibetta e all’appuntato Florio, per questo importante ritrovamento, e per aver restituito alla comunità aragonese questi prestigiosi dipinti.