Aragona, rubano gasolio da un autocompattatore: denunciati due favaresi




La Polizia Ferroviaria di Agrigento, ad esito di mirati servizi di pattugliamento lungo la linea ferrata di competenza volti alla prevenzione e repressione dei reati, in prossimità della stazione di “Aragona Caldare” ha sorpreso due soggetti intenti a trafugare gasolio da un piccolo autocompattatore carico di rifiuti.

I due soggetti, identificati per M.G.V., di anni 27 di Aragona e Q.G., di anni 49 di Favara, dipendenti di un’azienda che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nel territorio agrigentino, in pieno giorno, parcheggiavano il citato mezzo in una stradina rurale, ignari di essere osservati e tenuti sotto controllo dai poliziotti della POLFER che, seguivano l’azione criminosa dei due soggetti i quali, utilizzando un tubo di gomma di circa 2 metri, stavano riempiendo un contenitore da 20 litri, asportando il carburante dal serbatoio del mezzo di servizio.

A quel punto, gli agenti sono intervenuti, bloccando i due individui e dopo avere espletato le formalità di rito, sono satti denunciati in stato di libertà per il reato di furto aggravato in concorso, mentre la refurtiva è stata restituita all’azienda.

Inoltre, nel corso dei medesimi servizi, il personale della POLFER veniva controllato presso la Stazione Centrale del capoluogo, un cittadino nigeriano di 25 anni ricercato nell’ambito di un procedimento penale per furto. Lo stesso è sato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione di un telefono cellulare, provento di furto.
Ed ancora, un licatese di 51 anni, sorpreso mentre occupava abusivamente una casa cantoniera di pertinenza delle FF.SS. veniva denunciato in stato di libertà dal personale del Posto POLFER di Canicattì per furto aggravato in quanto si era allacciato abusivamente alla rete elettrica.