Armi: infermiere con arsenale in casa, Gip convalida arresto




Si è avvalso della facoltà di non rispondere Amedeo Caruana, l’infermiere 50enne di Favara arrestato dai Carabinieri, in flagranza di reato per essere stato trovato in possesso di un vero e proprio arsenale.

Il Gip del tribunale di Agrigento Stefano Zammuto ha convalidato l’arresto ed ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

I carabinieri, perquisendo due abitazioni di proprietà del Caruana, avevano trovato, alcune delle quali nascoste
sotto terra, quattro pistole di vario calibro, tre mitragliette, un moschetto, due carabine, una bomba a mano, una granata, 8.000 cartucce di diversi calibri, decine di silenziatori per pistola e mitragliette, vari strumenti per l’alterazione delle armi, una maschera antigas, un giubbotto antiproiettile e numerosi accessori per modificare le armi.