Canicattì, topi d’appartamento sorpresi in flagranza di reato




Nelle ultime ore, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Canicattì hanno acciuffato in flagranza tre autori di furto in abitazione.

In particolare, la scorsa notte, approfittando del buio, i tre malviventi, un italiano e due romeni, erano riusciti a penetrare nell’abitazione in fase di ristrutturazione di un 30 enne del luogo.

Ma i rumori provocati dai tre topi d’appartamento per asportare la refurtiva, hanno fatto svegliare dal sonno i vicini, che hanno allertato telefonicamente il 112. Immediatamente, due pattuglie dei Carabinieri si sono recate presso l’abitazione, sorprendendo in flagranza i tre malfattori, mentre stavano caricando sopra un mezzo in loro uso un significativo quantitativo di ringhiere, inferriate ed altri materiali necessari per i lavori di ristrutturazione della casa in questione. A quel punto, i tre individui, un italiano, canicattinese, 60 enne e due romeni 20 enni, vistisi accerchiati dalle due pattuglie, non hanno opposto alcuna resistenza facendosi ammanettare dai Carabinieri, con l’accusa di “Furto in abitazione”, venendo subito ristretti agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La refurtiva (del valore di alcune migliaia di euro) è stata interamente recuperata e restituita al proprietario.