Chef senegalese trapiantata ad Agrigento in gara con i campioni del Cous Cous Fest




cuoca senegaleseAgrigento – Una giovane cuoca senegalese, che vive ad Agrigento ed opera a Favara, sarà tra i protagonisti della 18^ edizione del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, il festival internazionale dell’integrazione culturale, in programma il mese prossimo. Mareme Cisse, chef di Ginger People&Food, che offre a Favara, nei vicoli suggestivi di Farm Cultural Park, alcune delle specialità della cucina tipica africana, rappresenterà il Senegal al Cous Cous World Championship, una gara tra i migliori couscous del mondo che saranno giudicati da una giuria internazionale altamente qualificata.

Mareme, che è una delle rappresentanti della comunità senegalese di Agrigento, è anche membro della cooperativa Al Kharub, che a sua volta è nella Rete delle Associazioni del Distretto Turistico Valle dei Templi.

“Sono molto contenta – afferma la chef senegalese – perché per me questo riconoscimento rappresenta il coronamento di un sogno. Ho sempre coltivato il desiderio di affermarmi attraverso la mia cucina e il Festival di San Vito Lo Capo è una grande occasione”.

Per il presidente della società cooperativa Al Kharub, Carmelo Roccaro, la selezione di Mareme Cisse per il campionato mondiale di San Vito è “una grande opportunità per lei ed anche la conferma per tutti dell’importanza del percorso di una reale integrazione culturale, oltreché il riconoscimento dei valori di una comunità solidale e inclusiva”. Mareme vive ad Agrigento con i suoi quattro bambini in tenera età, di cui ha cura da sola perché il marito è in Senegal. Immagina di continuare a lavorare per far sì che i suoi figli possano studiare e per costruire per loro un futuro dignitoso. Mareme, assieme ad Al Kharub e al Distretto Turistico Valle dei Templi, si aspetta il sostegno e il tifo di Favara e di Agrigento: “Preparerò un couscous secondo la tradizione senegalese – anticipa Mareme – di grano duro lavorato a mano e cotto due volte a vapore”.

A partire dal 27 agosto e per quattro settimane, ogni giovedì, presso gli spazi sociali di Al Kharub di Favara, adiacenti a Ginger People&Food, a Farm Cultural Park, Mareme, su prenotazione a chi vorrà partecipare alla scelta, presenterà, di volta in volta, uno dei piatti che intenderà proporre alla giuria di San Vito, cosicché sia il gradimento degli ospiti a determinare il couscous che potrà vincere la sfida con gli altri Paesi.

“Il territorio agrigentino si conferma ancora una volta esempio concreto di integrazione e di multiculturalità – commenta il presidente del Distretto Turistico Valle dei Templi, Lillo Firetto –; Mareme Cisse è nel suo campo un’eccellenza, che ha potuto trovare espressione proprio nei nostri luoghi, che, così, mostrano d’essere aperti ed in grado di assorbire e rilanciare tradizioni locali in connubio con quelle dei popoli che ospita”.