Cina e calcio europeo,una scossa rivoluzionaria all’economia mondiale




Di recente la Cina ha mostrato chiaramente il suo interesse nel calcio, in particolare per quello europeo. Già dal 2016 la Fosun International aveva acquistato il Wolverhampton Wanderers immettendo nel mercato decine di milioni di sterline, ma non solo: l’enorme conglomerato cinese acquistò giocatori stranieri, tagliò il prezzo dei biglietti e catapultò il club al secondo livello del campionato inglese.

Tale acquisto prese parte a una ben più ampia ondata di spese, in risposta alla richiesta di Xi Jinping di una vera e propria rivoluzione del calcio volta a rafforzare la figura della Cina.

Anche gli imprenditori ovviamente ne fanno parte e in merito a questi, si registrano investimenti per più di 2,5 miliardi di dollari negli ultimi tre anni, non solo in club di fama mondiale come Manchester City e AC Milan, ma anche in squadre minori. Tra i club del West Midlands si annoverano inoltre anche Aston Villa, Birmingham City, Wolves e West Bromwich, passate sotto l’ala protettrice cinese.

Entrando più nel dettaglio, si deve capire inizialmente il motivo per cui le aziende cinesi hanno deciso di investire nei club del calcio europeo. Una ragione è sicuramente quella di muovere legalmente i capitali fuori dalla Cina, e in questo senso il capo dell’Amministrazione statale per gli scambi esteri ha messo in dubbio proprio l’acquisizione dei club calcistici stranieri, la quale non sarebbe altro che una sorta di copertura per la sottrazione dei beni da parte delle diverse imprese cinesi a discapito della nazione. D’altra parte, però, lo stesso Pan Gongsheng ha sempre incoraggiato le transazioni eseguite in modo razionale che consentano la crescita e l’espansione dell’economia cinese.

A livello finanziario, tali scambi tra Cina e Paesi esteri che prevedono il movimento di capitali, producono un effetto sul tasso di cambio tale che la moneta cinese si mantenga sempre ad un valore basso e quindi competitiva, da cui deriva una fiorente esportazione dei prodotti provenienti dalla Cina.

Ovviamente qualora tutto questo dovesse subire uno stop da parte del governo centrale cinese, l’economia mondiale ne risentirebbe, dal momento che la liquidità portata dai capitali cinesi è attualmente un benefit per l’economia occidentale e inoltre convertendo meno Yuan in valuta estera, il conio cinese subirebbe un apprezzamento, influendo sulla competitività a favore di altri Paesi esportatori come ad esempio l’India.

Tali informazioni possono essere utili non solo per chi già opera nel settore finanziario per incrementare i propri guadagni, ma anche per chiunque si voglia affacciare a questo mondo. Un buon modo per iniziare ad apprendere il trading online è quello di usare una guida forex affidabile.

Dal punto di vista calcistico, l’arrivo dei capitali cinesi nei campionati europei, ha visto migliorare nettamente il livello di competitività delle squadre coinvolte, dando un’importante solidità finanziaria alle società stesse, aumentando inoltre i diritti televisivi a livello mondiale.

Sicuramente questo è un fenomeno che avrà un grande seguito, soprattutto perché riguarda un paese in rapido sviluppo e molto vicino dall’essere la prima potenza economica del mondo e quel che è certo, è che ovviamente cercherà di espandere i propri orizzonti in ogni settore.