Commissione Isole CRMP: il Vicepresidente G. Armao, su insularità, autogoverno, fiscalità di sviluppo, mobilità sostenibile




La Regione Siciliana ritorna protagonista nella Commissione Isole del CRMP (la Conferenza delle Regioni marittime periferiche) dell’Unione europea, la cui assemblea generale si è conclusa oggi a Bastia, in Corsica.

Il Vicepresidente della Regione siciliana Gaetano Armao, delegato dal Presidente Nello Musumeci, è intervenuto sui temi dell’insularità, dell’autogoverno e della fiscalità di sviluppo nonché dei negoziati che la Sicilia sta conducendo con lo Stato sulla continuità territoriale nonché della relazione che presenterà la prossima settimana alla Giunta regionale sulla condizione ed i costi della insularità e le misure da richiedere al Governo statale ed alla Commissione europea a tutela dei diritti dei siciliani (art. 70, L.r. n.8/2018)

La Commissione Isole, alla presenza dei vertici istituzionali e politici   nonché di esponenti di Parlamento e della Commissione europea, ha approfondito altresì le questioni della coesione UE post-2020, della mobilità, dell’energia e della decarbonizzazione, del turismo sostenibile, approvando una risoluzione finale.

La Sicilia é stata la promotrice della riconferma a Presidente della Commissione per le Isole del Governatore della Corsica, on. Gilles Simeoni, ed é stata chiamata alla vicepresidenza dell’organismo che raccoglie i governi delle isole europee (per l’Italia presente anche il Presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru)

La Commissione Isole, nata nel 1980, è composta dai rappresentanti di 23 autorità regionali europee delle isole di 11 Paesi che si trovano nel Mediterraneo, Mare del Nord, Mar Baltico e Oceano Atlantico, Indiano e Pacifico, con una popolazione totale di circa 15 milioni di persone.

La Sicilia é la più grande delle Isole associate.