Contributi per le aziende agricole, pubblicato il bando: la Cna Agrigento assiste gli imprenditori

“Per la prima volta è stato pubblicato il bando ISI riservato esclusivamente alle imprese del settore agricolo”.

Lo annuncia la sede provinciale della Cna di Agrigento, la quale, attraverso personale appositamente qualificato, è pronta a guidare nel percorso gli operatori del settore che saranno interessati all’iniziativa.

Gli investimenti, finanziati dall’Inail, riguardano l’acquisto o il noleggio, con il patto di acquisto, di mezzi (trattori o macchine) agricoli e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende. Potranno usufruire di queste opportunità le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli. Lo stanziamento complessivo per la Regione Sicilia è pari a € 5.499.780 ripartito in due assi di finanziamento. “Il primo è riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.

La disponibilità è di 670.436 euro. Il secondo è riservato invece alla generalità delle imprese agricole. La capienza prevista è di 4.829.344 euro. Si tratta di un contributo in conto capitale, sull’importo delle spese ritenute ammissibili, fissato: nella misura del 50% per i soggetti beneficiari dell’Asse 1 e del 40% per i soggetti beneficiari dell’Asse 2.

Il contributo massimo erogabile è pari a euro 60.000 il contributo minimo è pari a euro 1.000. Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a € 30.000 è possibile richiedere un’anticipazione del 50% sul contributo spettante. Ma è prevista solo nel caso di acquisto.

“La Cna Servizi Agrigento – affermano il segretario e il presidente provinciale della Confederazione, Piero Giglione e Mimmo Randisi – mette a disposizione i propri uffici e il proprio personale qualificato e valuterà singolarmente le proposte che arriveranno. Dopo di che, previa verifica del possesso dei requisiti previsti dal bando, provvederà alla simulazione della domanda di partecipazione per il raggiungimento della soglia minima di ammissibilità richiesta che è pari a 100 punti. Per l’ammissibilità c’è tempo fino al prossimo 28 aprile. In caso di esito positivo il nostro personale – concludono Giglione Randisi – procederà all’invio telematico della domanda (click day). Le domande collocatesi in posizione utile nella graduatoria ammissibile potranno allora procedere alla realizzazione del progetto di investimento”.