Criminalita’: operazione “Ulisse”, arrestato settimo rapinatore




I carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno tratto in arresto un 56enne, pregiudicato palermitano, accusato di aver partecipato alla rapina alla filiale della Banca Sella di Licata il 18 gennaio 2016, bottino 5.000 euro.

L’uomo era entrato all’interno della filiale a volto scoperto e dopo pochi minuti aveva costretto gli impiegati ad aprire la bussola attraverso la quale erano entrati altri due componenti della banda. Il 12 agosto i militari avevano gia’ arrestato i sei complici che, oltre alla rapina di Licata, avevano anche preso parte al colpo del 10 dicembre 2015 alla Banca Popolare Sant’Angelo di Ribera, portando via 20 mila euro.

Nei giorni scorsi sono stati condannati in primo grado dal Tribunale di Sciacca tutti i malviventi arrestati la scorsa estate, i due riberesi Daniele Centurione e Giuseppe Triazzi, che hanno partecipato alla sola rapina di Ribera, a 3 anni e 4 mesi il primo e a 2 anni e 6 mesi il secondo. I restanti quattro palermitani, per aver partecipato ad entrambe le rapine, hanno subito le seguenti condanne: Giuseppe Cusimano e Salvatore Bruno 5 anni di reclusione, Vincenzo Adelfio e Mariano Ficara 4 anni e 2 mesi di reclusione. A distanza di circa 8 mesi si e’ chiuso il cerchio anche nei confronti del settimo rapinatore, Tommaso Gnoffo, rinchiuso al Pagliarelli di Palermo.