Criticità del Pronto Soccorso, incontro Venuti-Firetto




Le criticità del Pronto Soccorso di Agrigento sono state al centro di un incontro questa mattina in Comune tra il sindaco, Lillo Firetto e il Commissario dellAsp, Gervasio Venuti.

 La questione Pronto Soccorso è stata frequentemente oggetto, in passato, di interventi del sindaco che aveva fatto risaltare come, ad esempio,  a fronte di 24 medici previsti in pianta organica ve ne siano solamente 9 in servizio. Idem per riguarda il personale infermieristico di cui solo 30 prestano servizio a fronte delle 50 unità previste. Altri aspetti messi in evidenza dal primo cittadino, i lunghi turni di attesa dei pazienti, i problemi di casermaggio, lenzuola, barelle ecc Il Commissario Venuti ha anticipato al sindaco il nuovo Piano di potenziamento del Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio con i nuovi interventi previsti a breve per il miglioramento del servizio. 

Ai primi di Ottobre entrerà in funzione il nuovo Pronto Soccorso e sono già state avviate le procedure di assunzione di dirigenti medici sulla base della vecchia pianta organica confermata dalla nuova. Alcune novità riguarderanno gli utenti: i pazienti che chiederanno laccesso alla struttura, al momento del triage verranno dotati di un braccialetto identificativo.

 I cosiddetti codici bianchi verranno incanalati verso una nuova postazione dove opereranno medici dedicati esclusivamente ai casi meno gravi, alleggerendo così la pressione sullemergenze.

 Inoltre verrà limitato laccesso ad un solo accompagnatore per paziente anche lui dotato di badge identificativo. Il sindaco Firetto al termine dellincontro ha dichiarato:  Confido nella serietà e competenza di Gervasio Venuti già ampiamente dimostrata in precedenti incarichi. Agrigento rivendica un pronto soccorso efficiente, oggi non allaltezza del bacino di domanda.