Disordini del 25 aprile a Licata, Arnone rinviato a giudizio - AgrigentoWeb.it

Disordini del 25 aprile a Licata, Arnone rinviato a giudizio

Il GUP Francesco Provenzano, ha disposto il rinvio a giudizio dell’Avv. Giuseppe Arnone per i reati di inosservanza dell’ordine dell’Autorità, oltraggio e resistenza al Pubblico Ufficiale, nonché diffamazione pluriaggravata in danno dell’attuale Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. La vicenda prende le mosse dalla manifestazione per l’anniversario della liberazione del 25 aprile 2016, tenutasi a Licata,


Il GUP Francesco Provenzano, ha disposto il rinvio a giudizio dell’Avv. Giuseppe Arnone per i reati di inosservanza dell’ordine dell’Autorità, oltraggio e resistenza al Pubblico Ufficiale, nonché diffamazione pluriaggravata in danno dell’attuale Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto.

La vicenda prende le mosse dalla manifestazione per l’anniversario della liberazione del 25 aprile 2016, tenutasi a Licata, nel corso della quale l’Arnone, con altri soggetti, anch’essi rinviati a giudizio, secondo l’accusa, ha turbato il sereno svolgimento della manifestazione, mediante l’esposizione di un manifesto contenente accuse di mafia e di corruzione in danno del Sindaco Firetto.
Nell’occasione lo stesso, nel disattendere l’invito rivoltogli dagli Agenti della Polizia di Stato, di non turbare lo svolgimento della manifestazione, “non esitava”, secondo l’accusa, a”d inveire contro gli stessi, anche con frasi ingiuriose, resistendo agli ordini che gli venivano legalmente impartiti”.
Il dibattimento, innanzi al Giudice del Tribunale di Agrigento, Gancarlo Caruso, avrà inizio il 26 aprile.

Lo stesso GUP, ha invece emesso sentenza di non luogo a procedere nei confronti dello stesso Avv. Arnone, con riferimento al reato, anch’esso contestatogli, di svolgimento di manifestazione pubblica senza preventivo avviso al Questore.

You must be logged in to post a comment Login