Eurisc, mercato del credito in buona salute: richieste di prestiti aumentano del +3,4%




Settembre è stato un mese significativo per il mercato dei prestiti in Italia: dopo il grande successo dei primi due trimestri, anche il terzo ha dimostrato che nel nostro Paese le famiglie stanno tornando ad avere maggiore fiducia nell’economia. Tutto questo viene comprovato dai dati forniti dall’analisi di Eurisc: secondo la suddetta, infatti, settembre da solo ha portato ad un aumento delle richieste dei prestiti pari al +3,4%. Grazie ai dati di questo mese, il terzo trimestre ha realizzato un ottimo +3,9% rispetto all’anno scorso (ovvero settembre 2016). I dati positivi sul mercato dei prestiti sono anche altri: è stato infatti registrato un corposo aumento dell’entità delle somme richieste.

Eurisc: crescono sia le richieste, sia l’entità dei prestiti

Secondo le ricerche condotte da Eurisc nel panorama del mercato del credito italiano, non sono solamente le richieste ad accogliere una crescita nel terzo trimestre 2017. Anche l’entità delle somme richieste dalle famiglie ha registrato un aumento forse più significativo del precedente: i dati dicono infatti che l’ammontare dei prestiti risulta essere pari al +8,6% rispetto allo scorso anno. Questa crescita è dovuta soprattutto all’aumento delle richieste di prestiti comprese fra 10.000 euro e 20.000 euro: pur essendo ancora la classe da 5.000 euro la più richiesta (45% circa del mercato). Questi dati confermano decisamente le performance positive del mercato del credito in Italia.

Mercato del credito: i fattori di questo successo

I motivi alla base del successo del mercato del credito in Italia sono diversi. Innanzitutto il merito va alle banche che hanno scelto di digitalizzare l’iter di richiesta: questo ha permesso una maggiore personalizzazione dei prestiti, e dunque un maggiore grado di soddisfazione delle esigenze delle famiglie. Richiedere un prestito digitale, poi, è facilissimo e anche molto comodo, grazie ai vari servizi a diposizione dell’utente. Ad esempio, sul sito web di banche come Compass, è possibile fare il calcolo della rata del prestito per vedere a quanto ammonterebbe nel caso in cui si richiedesse. Infine, ecco i vantaggi economici: con un prestito online si riducono nettamente le spese, in quanto si riducono i costi affrontati dagli istituti.

Richiedere un prestito online: alcune cose da sapere

Un prestito online, benché sia più semplice da richiedere, necessita attenzione soprattutto nella verifica dei tassi, e dunque del TAN e del TAEG. Anche le spese accessorie andrebbero studiate a fondo, perché potrebbero aumentare di molto l’importo delle rate. Bisogna poi scegliere con attenzione le tipologie di prestito richieste: partendo da certi requisiti, non tutte potrebbero essere accettate (si pensi ad esempio alla cessione del quinto dello stipendio). Inoltre, l’importo è altrettanto fondamentale: mai richiederne uno troppo alto, perché questo aumenterebbe i rischi finanziari in caso di insolvenza. Infine, meglio estinguere prima possibile il prestito.