Favara. Deceleratori naturali per automobilisti imprudenti.




201603Sui problemi che non trovano soluzione cosa fare se non prenderli con ironia e un po’ di sano umorismo per magari esorcizzarne la malasorte. C’è, a tal proposito, un sito su internet denominato “Splendida Favara” diviso in diversi settori come ad esempio “arredo urbano”, “bellezze artistiche rupestri”, “pic-nic domenicale di cani randagi e relativa siesta” e altri ancora. Ogni settore offre al lettore immagini eloquenti sul degrado cittadino. Noi ci soffermiamo sul settore chiamato dall’ironica inventiva dell’autore “deceleratori naturali per automobilisti imprudenti”, dei quali vi proponiamo le immagini fotografiche, prese in prestito dal particolare sito internet. Volete mettere la soddisfazione per un favarese, che si è dimenticato come sono fatte le strade a regola d’arte, costretto com’è a camminare o transitare su di un campo di buche, chiamare non più “volgarmente” “scaffa” quelle voragini stradali, ma “deceleratori naturali per automobilisti imprudenti”? Almeno quella. Tra l’altro è vero che si tratta di deceleratori ed è vero che l’imprudenza può costare cara, anzi molto cara. In molti casi se si centra una buca è la distruzione dell’automobile. In inverno, con le piogge, quando i “deceleratori” sono coperti dall’acqua piovana, è un gioco d’azzardo, se ne prendi una, torni a casa a piedi. Se ti va bene anneghi involontariamente, con il getto d’acqua alzato dalla ruota che entra nella buca, il malcapitato pedone, che magari stava tentando di riparasi sotto un ombrello, mentre il pericolo arrivava dal basso. Ci si salva con la prudenza, che non è mai troppa. Non riparando le strade, dunque, si da una risposta alla sicurezza stradale, costringendo gli automobilisti a transitare a bassa velocità. Si produce, altresì, lavoro per i gommisti e i meccanici. Insomma, ci guadagnano tutti. Ed è singolare il come sia sufficiente e ne avanza, cambiare il nome per risolvere un problema. Non più, nel nostro dialetto, “scaffa” che pone la questione di una città mal governata, ma “deceleratori naturali” e come per magia il problema non esiste più.

201562201633