FAVARA Evade per la fame, arrestato e ricondotto ai domiciliari




Nuovo processo per direttissima a carico del 38enne favarese Alessandro Caramanno. L’uomo è finito ancora una volta davanti al giudice per essere evaso dagli arresti domiciliari.
Caramanno ha spiegato che sarebbe uscito di casa per recarsi presso la caserma dei Carabinieri con l’intento di farsi arrestare e poter mangiare.
A pochi metri dalla caserma, è stato fermato da una gazzella dei Carabinieri, preso in custodia e rifocillato dai militari.
Il pm ha chiesto la custodia cautelare in carcere, stante i precedenti e la personalità del soggetto. Il giudice, invece, accogliendo la richiesta dei difensori di fiducia, l’ avv Marco Padùla e l’avv Daniele Re, ne ha disposto gli arresti domiciliari presso il ​precedente domicilio.