Fortitudo ai play off, Mayer: “non abbiamo nulla da perdere”




Per il quinto anno consecutivo, la Fortitudo Agrigento approda ai play off. Grazie alla vittoria ottenuta domenica contro l’Eurobasket Roma, i biancazzurri hanno chiuso la regular season a quota 30 punti che valgono il settimo posto in classifica (complice la penalizzazione della Viola Reggio Calabria retrocessa all’ultimo posto).

Il prestigioso piazzamento rappresenta per la Fortitudo del presidente Salvatore Moncada, una vera e propria scommessa vinta dopo la rivoluzione voluta dallo stesso patron al termine della scorsa stagione e la decisione di puntare sui giovani da affidare alla guida di Coach Franco Ciani che ha condotto i suoi verso un altro importante obiettivo: “Andare ai playoff – ha detto Ciani dopo il match vinto nella capitale – è segno di un progetto serio e continuo, che cambia destinazione d’uso, ma resta competitivo per quelle che sono le sue possibilità”.

Decisamente soddisfatto anche il DS Cristian Mayer: “Dall’inizio del campionato – dice Mayer -, ci aspettavamo che questo fosse il massimo risultato raggiungibile e abbiamo lavorato per questo. Considerato che avevamo allestito una squadra completamente nuova, giovane e con gente anche “sconosciuta”, non era facile pensare ad altro se non a centrare la salvezza. Di fatto, ogni anno, riusciamo ad andare oltre ogni più rosea aspettativa”.

Il presidente Moncada gongola, non nasconde la sua personale soddisfazione per aver centrato un obiettivo sul quale in pochi avrebbero scommesso ad inizio campionato. Di ritorno da Roma, ha voluto incontrare la squadra. “Adesso inizia un nuovo campionato, bello ed entusiasmante. Per disputare i play off bisogna avere grande carattere. Serve l’apporto di tutti. Confido in voi” ha detto ai biancazzurri che ancora una volta, per il terzo anno consecutivo, troveranno sulla loro strada la Fortitudo Bologna.

“Ci apprestiamo ad affrontare la Fortitudo Bologna con uno spirito diverso rispetto all’anno scorso – prosegue il DS Mayer – L’anno scorso sono venuti a mancare nel momento più importante della stagione i due americani, e questo ha condizionato l’esito delle gare. Adesso non abbiamo nulla da perdere, siamo un po’ nella stessa condizione di quando abbiamo affrontato Verona. I ragazzi giocheranno per vincere, per divertirsi, mi auguro quanto meno che sia una serie combattuta” conclude Mayer.

Contro i bolognesi servirà sicuramente l’apporto del pubblico che dovrà attendere il 5 maggio per sostenere i propri beniamini in quella che sarà la terza gara della serie.

I felsinei hanno chiuso la loro stagione al secondo posto alle spalle di Trieste. I precedenti danno ragione ai biancoblu. Nella stagione 2015-16, le due squadre si incontrarono ai quarti di finale e bastarono solo tre match per decretare il passaggio dei bolognesi alle semifinali. L’anno successivo, andò un po’ meglio. Arrabbiati (passateci l’eufemismo) per le dichiarazioni rilasciate dal main sponsor dei bolognesi, Federico Ballandi (“Agrigento è ancora in Italia? La raggiungeremo con i canotti…”), i ragazzi di Ciani si tolsero anche la grande soddisfazione di vincere Gara 1 infliggendo 100 punti agli avversari che poi vinsero Gara 2 con grandi sofferenze e passeggiarono nelle successive gare giocate al PalaDozza. Si ripartirà proprio dal fortino bolognese violato quest’anno ben due volte.

La prima gara è in programma lunedì 30 aprile alle ore 20,30. Gara 2 sarà disputata due giorni più tardi sempre alla stessa ora. Poi il duello si sposterà a Porto Empedocle sabato 5 maggio, alle ore 20,30, per la terza gara della serie.

Le altre date sono previste per il 7 maggio, sempre al PalaMoncada, ed il 10 maggio a Bologna.