Furto di energia elettrica, guai per un ganese




Nella mattinata di ieri, 27 giugno, in Favara, la Polizia di Stato ha tratto in arresto Sanusi Tata, ghanese, venottenne in quanto colto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica. Le Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico intervenivano su sollecitazione della società “Enel s.p.a” che segnalava la presenza in un immobile di presunti allacci abusivi alla rete elettrica.

Gli agenti hanno effettuato un controllo presso la residenza dell’immigrato il quale alla vista dei poliziotti con una mossa repentina ha strappato un collegamento di cavi elettrici realizzato in maniera artigianale  provocando un’evidente fiammata.

L’uomo è stato bloccato dagli agenti  ed il personale ENEL ha constato che il cavo era collegato abusiva alla rete aerea delle a società erogatrice del servizio  mediante l’asportazione ed il relativo danneggiamento della guaina isolante in modo da accedere in maniera fraudolenta al conduttore interno, alimentando in tal modo la propria residenza.