Furto e violenza privata: condannato per direttissima il favarese Cusumano




cusumano-carmeloSei mesi di reclusione. Sono stati inflitti dal giudice monocratico Alessia Geraci al favarese Carmelo Cusumano, 36 anni, arrestato il 15 aprile dai carabinieri con l’accusa di furto aggravato e violenza privata. Il processo si è svolto col rito della direttissima. Secondo l’accusa avrebbe rubato l’autoradio ad un conoscente al quale contestava, a sua volta, il furto di un anello.  Il Pm Battaglia aveva chiesto un anno. Il difensore, l’avvocato Angelo Nicotra, aveva proposto l’assoluzione.