“Giufà una vita da fiaba” ancora sul palco della Posta Vecchia




Dopo il grande successo riscosso nella scorsa stagione primaverile torna ad animare il palco del Teatro della Posta Vecchia lo spettacolo “Giufà una vita da fiaba”, con regia e testo di Camillo Mascolino,  prodotto dallo stesso  Teatro della Posta Vecchia di Giovanni Moscato. La rappresentazione avrà luogo nei giorni di sabato, 2 e 9 dicembre, alle ore 21.00 nonché domenica, 3 e 10 dicembre, alle ore 19.30. La radice popolare comune fa risalire Giufà ad un personaggio storico realmente esistito agli inizi dell’XI sec. d.C nella penisola Anatolica (Attuale Turchia), una personalità piuttosto eccentrica che nell’area araba si diffuse con il nome di Jeufa/Jusuf e che in Sicilia fu tramandato come Giufà. Nella tradizione riveste i panni di un ragazzo molto ignorante, che parla per frasi fatte e che spesso si caccia nei guai riuscendo ad uscirne quasi sempre illeso, ma è anche evidenziato come sia un personaggio candido e spensierato facile preda per i truffatori.  Nei molti racconti dedicati alle sue peripezie Giufa’ viene immerso nella cultura siciliana di fine 800 e inizi 900 ed incarna una caricatura comica del ragazzino siciliano che riesce a far sorridere con le sue storie di sfortuna, sciocchezza, saggezza ed anche ingenuità, elementi che ne fanno un personaggio molto caro alla nostra memoria. Nella rappresentazione in questione il personaggio di Giufà sarà interpretato da Aristotele Cuffaro, attore del teatro siciliano che con la sua caratteristica “maschera” e la sua straordinaria forza espressiva, conferisce al personaggio grande vitalità e tenerezza. Sul palco anche gli attori  Luigi Corbino, Giovanni Moscato, Florinda Mazzara, Donatella Giannettno, Susy Indelicato ed i musicisti Ciccio Carnabuci e Dario Mantese. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Teatro della Posta Vecchia al numero 0922/26737 oppure al numero339/5012720.