Infrastrutture: rassicurazioni dal Ministero sulla Palermo-Agrigento




Ampia disponibilità per rivedere il piano delle opere compensative e adeguarlo alle esigenze dei comuni coinvolti, la possibilità di reperire nuove risorse aggiuntive nei prossimi mesi e attenzione all’andamento dei lavori per limitare al massimo nel tempo i disagi dovuti ai semafori che regolano il cantiere lungo la Palermo-Agrigento.

E’ l’esito di un incontro al ministero delle Infrastrutture, conseguente alle segnalazioni giunte durante il tour “sivacasapercasa” dell’esponente Pd Davide Faraone, riguardanti proprio i disagi legati al cantiere lungo la strada a scorrimento veloce Palermo-Agrigento.

Da Anas e ministero e’ arrivata anche la rassicurazione di una attenzione costante nei confronti del General Contractor per garantire vigilanza sull’avanzamento dei lavori per e limitare, cosi’, nel tempo i disagi.

“Nel mio giro per la Sicilia ho constatato personalmente le difficolta’ che vivono le persone costrette a spostarsi utilizzando questa strada”, dice. E prosegue: “Non c’e’ dubbio che il Cantiere e’ necessario per ammodernare e rendere piu’ scorrevole e piu’ sicura una strada importante per i collegamenti siciliani ma occorre anche tenere in debito conto i disagi vissuti nel territorio”.

Da Anas e ministero e’ arrivata anche la rassicurazione di una attenzione costante nei confronti del General Contractor per garantire vigilanza sull’avanzamento dei lavori per e limitare, cosi’, nel tempo i disagi.