La CRI Agrigento saluta il capitano Calandrino che lascia il mandato di Sciacca




Ci saranno anche i volontari del  Comitato Cri di Agrigento , presieduto dal presidente Angelo Vita e dal delegato di Sciacca  Enzo Vita alla cerimonia di saluto  per il Capitano di corvetta Calandrino che conclude il mandato alla guida del presidio militare saccense.

 Sono tante le manifestazioni che hanno visto la collaborazione attiva tra il  Comitato CRI e la Guardia Costiera, capitanata da Calandrino,  in primis la festa di S.Pietro che si volge ogni anno a fine giugno . Nel febbraio 2015 grazie al capitano Calandrino i volontari avevano potuto fare una visita sulla nave M.fiorillo dove il comandante aveva spiegato come si svolgono le procedure di soccorso alle persone migranti  della guardia costiera.   A marzo 2017  il comitato CRI di Agrigento ha anche formato  il personale della Capitaneria di porto di Porto Empedocle per il Primo Soccorso e la Rianimazione-Cardio-Polmonare

 “Il capitano S.Calandrino – dichiara Angelo Vita, presidente del Comitato di Agrigento   –ha mostrato straordinarie capacità professionali e umane. Si è mostrato sempre disponibile con noi e  vicino alla croce rossa  mostrando di essere in più occasioni un volontario dalle  grandi doti umane. Fin dall’inizio del suo mandato da maggio 2014  abbiamo avviato una proficua e intensa collaborazione sia in occasione delle operazioni di trasbordo e sbarco di migranti che nelle attività formative e di prevenzione e durante le manifestazioni cittadine.  Da parte nostra va un sincero grazie per l’impegno profuso, i risultati raggiunti e la proficua collaborazione”.  

Adesso il capitano di corvetta Calandrino, dopo quasi 4 anni  alla guida del Circomare è arrivato alla conclusione del suo mandato e  lascia la guida del presidio militare saccense. La cerimonia di commiato e insediamento avverrà  venerdi 8 settembre.

Il Comitato di Agrigento della Croce Rossa Italiana – dice Enzo Vita, delegato del gruppo CRI di Sciacca,  gli augura un futuro lavorativo radioso. Il capitano Calandrino resterà per sempre tra i nostri ricordi per la disponibilità sempre mostrataci.  L’8 settembre ci sarà anche l’insediamento del nuovo tenente di vascello Sebastiano Sgroi a cui noi tutti vogliamo lanciare  “un grande in bocca al lupo per il suo mandato”