La Fortitudo cede il passo alla capolista Casale Monferrato




Agrigento cede il passo alla capolista Casale Monferrato. La squadra di coach Ciani non è riuscita nell’impresa di fermare la prima della classe. La Fortitudo, con Williams e Zugno ( Il giocatore si sottoporrà ad intervento chirurgico dopo la partita esterna contro Cagliari. Per il playmak, un problema alla gamba) “incerottati” si è anche portata a – 4 da Casale, ma poi a prevalere sono state le azioni di Marcius e Martinoni.

Coach Ciani, in partita, ha  ruotato tutti quanti i giocatori, sontuosa la prestazione di Cannon, l’americano ha chiuso con 21 punti realizzati, 11 rimbalzi totali e 25 di valutazione.

Agrigento nel primo quarto, si gode una tripla di Cannon, ma poi è Martinoni a dare il via alla sua squadra. “Canestro stregato” per la Fortitudo e ospiti che si portano subito a + 6. Cannon nel primo periodo di gioco prova a invertire la rotta, con 11 punti realizzati.

Nel secondo quarto due “bombe” di Lovisotto scaldano il PalaMoncada, la Fortitudo si porta a – 4 ma Casale reagisce e continua a gestire bene il vantaggio. Guariglia ci prova dalla distanza e non sbaglia, tripla. Nel terzo ed ultimo quarto Agrigento reagisce, ma Casale chiude tutti gli spazi.

La squadra di coach Ramondino aggredisce i portatori di palla, la Fortitudo  ci prova con Evangelisti e ancora Cannon. La Junior alza il ritmo e porta a casa la partita. Agrigento non ha sfigurato contro la prima della classe. La Fortitudo chiude la partita arrendendosi con il punteggio di 64-75. Agrigento, adesso, penserà alla prossima sfida. I biancazzurri affronteranno Cagliari, in trasferta.

“La Junior – ha detto Franco Ciani – è l’avversario peggiore da affrontare in tutti i momenti. Loro sono una squadra che ti aggredisce sempre, ti obbliga a non fare mai errori a non arrivare mai ad un tiro affrettato. Oggi, non abbiamo fatto una cattiva partita difensiva, la Junior ti toglie il fiato azione dopo azione. Sono contento che siamo riusciti a fare una partita di questa entità. Dopo quello che abbiamo speso per battere Tortona, oggi c’era il rischio di abbandonarsi per inerzia, cosa che la Fortitudo non ha mai fatto”. 

Fortitudo Moncada Agrigento – Novipiù Casale Monferrato 64-75 (17-25; 21-17; 19-20; 7-13)

FORTITUDO AGRIGENTO: Cannon 21, Zugno 2, Evangelisti 10, Cuffaro, Williams 7, Zilli 9, Ambrosin 5, Guariglia 6, Pepe, Lovisotto 4. All. Ciani, ass Dicensi

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini ne, Denegri 5, Tomassini 11, Valentini 5, Blizzard 5, Martinoni 17, Severini 5, Cattapan, Bellan 4, Sanders 8, Marcius 15. All. Ramondino