Libero Consorzio: alla Galleria della Scala Reale un omaggio al Settantaduesimo “Mandorlo in Fiore”




La Galleria espositiva della Scala Reale del Libero Consorzio di Agrigento (Piazza Aldo Moro 1) rende omaggio al settantaduesimo “Mandorlo in Fiore” con la  mostra “Dal Folklore all’arte – impressioni sulla Sagra del Mandorlo in Fiore nella pittura del Novecento”.

Sarà, infatti, fruibile anche a marzo la collettiva di pittura composta da 35 dipinti conservati, in mostra permanente, nello spazio espositivo del Seicentesco “Magnifico Palazzo”. Le tele sono la sintesi di un prestigioso concorso internazionale di idee che l’Ente Provinciale per il Turismo e l’Azienda Autonoma di Turismo hanno bandito negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso sul tema: “ Il paesaggio archeologico di Agrigento nei suoi rapporti con la Sagra.

Il concorso ebbe prestigiose adesioni; da Pippo Rizzo a Gianbecchina, dall’austriaco Itznger al tunisino Farhat sottolineando quello che era il significato fondante del premio, e cioè il ruolo di Agrigento e della Valle dei Templi come punto di incontro delle culture del mediterraneo che in occasione della Sagra del Mandorlo diventa luogo ideale e fulcro della concordia e della cultura tra i popoli.

Le tele in esposizione sono degli artisti: Raimondo Mirabella, Pippo Rizzo, Ettore Castagnolo, Attilio Greco, Nico Nicosia, Fritz Itzinger, Gaetano Accomando, Carl Budtz Moller, Ammar Farhat, luciana Sonda, Egidio Cotroneo, Sebastiano Milluzzo, Totò Bonanno e Michele Dixit.

Fa parte della collezione anche la tela “Gruppi folkloristici con mandorli in fiore” del maestro sambucese Gianbecchina (Giovanni Becchina).

Il quadro fa parte della mostra dal titolo: “Dal folklore all’arte – Impressioni sulla Sagra del Mandorlo in Fiore nella pittura del Novecento”.

L’iniziativa, che vuole essere un omaggio alla storia ed alla tradizione del  “Mandorlo in Fiore”, rimarrà aperta, tutti giorni feriali, fino al 12 marzo 2017.

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile prenotando ai numeri telefonici  0922/593303 – 0922 593262 –  numero verde 800 315555 – 800 236837.