Licata, arrestato coltivatore di marijuana




La Polizia di Stato di Agrigento nella giornata di ieri ha effettuato l’ennesima brillante operazione di contrasto al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Il personale della Squadra Mobile di Agrigento e del Commissariato P.S. di Licata ha tratto in arresto Vito Licata, classe 1983, residente a Campobello di Licata, ritenuto responsabile del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

L’operazione della Squadra di P.G. del Commissariato di Licata e della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Agrigento ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di ieri in c.da Milici, agro di Campobello; i poliziotti hanno fatto l’irruzione nel podere di D.D., soggetto proprietario del fondo, nel quale insisteva una piccola serra nella quale erano coltivate numerose piante di marijuana.

La conseguente perquisizione delle Squadre dirette da Giovanni Minardi e da Marco Alletto, ha permesso di rinvenire e sequestrare circa 15 grammi di marijuana già essiccata e sei piante del medesimo stupefacente, aventi un peso complessivo di oltre 20 chili.

Le risultanze investigative sono state rimesse al Sost. Proc. della Repubblica Carlo Cinque, della Procura della Repubblica di Agrigento, diretta da Luigi Patronaggio.

Dopo le formalità di rito, il Licata è stato associato presso la Casa Circondariale di Agrigento, a disposizione dell’A.G. procedente.

Si tratta del terzo sequestro di piante di marijuana effettuato in pochi giorni dalla Polizia di Stato di Agrigento; i poliziotti hanno sequestrato in totale quasi 3.300 kg di marijuana.