L’imprenditore indiano Mahesh Panchavaktra domani ad Agrigento per un tour nella Valle dei Templi e nell’area industriale

Inizia da Agrigento il tour nell’isola dell’imprenditore indiano Mahesh Panchavaktra che sarà in visita nella zona industriale dell’agrigentino di particolare interesse per i suoi affari e commerci con l’India. A guidare il tour saranno Maria Grazia Brandara, commissario straordinario dell’Irsap Sicilia e il vicepresidente della Regione siciliana, Mariella Lo Bello. La visita inizierà alle ore 11 alla Valle dei Templi, per un giro turistico al parco archeologico, e a seguire un passaggio alla sede della Camera di Commercio (Via Atenea), e alla sede dell’ex Provincia regionale di Agrigento ora Libero Consorzio Comunale di Agrigento (Piazza Aldo Moro). In chiusura la delegazione farà tappa all’agglomerato industriale agrigentino nella sede degli uffici Irsap di Agrigento (Piazza Trinacria, Aragona).

“L’ingegnere Panchavktra ha manifestato ampiamente la volontà di relazionarsi con gli imprenditori e stringere accordi e joint venture con le aziende locali, specie del settore agricolo e agrumicolo – dice il commissario straordinario Irsap Sicilia, Maria Grazia Elena Brandara – con questo tour nell’agrigentino vogliamo far conoscere un territorio dalle molteplici potenzialità, oltre che di grande fascino storico e artistico, e strettamente collegato, da un punto di vista della posizione strategica e industriale, al progetto dell’aeroporto intermodale per gli scambi commerciali di import ed export. Siamo certi che Panchavaktra ne rimarrà colpito”.

Il presidente della holding indiana, Mahesh Panchavaktra che da diversi giorni si trova in Sicilia ha fatto diversi incontri istituzionali finalizzati alla realizzazione di un hub intermodale di trasporti, passeggeri e merci, nella Piana del Mela, che sia base logistica di scambio transcontinentale con i paesi dell’Oriente, interamente finanziato da capitali privati della stessa holding indiana Panchavaktra Group.

“Il nostro è un gruppo giovane lavoriamo in vari settori, nell’area delle energie rinnovabili, nel trasporto rapido di beni di consumo, delle strutture civili e del trasporto logistico. Siamo una compagnia di investimento privato, a partire dalle energie rinnovabili. Finora abbiamo investito 1 miliardo di dollari nel mio Paese, l’India” ha detto l’imprenditore indiano.

“Ci sono vari fattori che mi hanno portato a decidere di fare investimenti qui – ha detto – La Sicilia è al centro del
Mediterraneo, il porto e l’aeroporto saranno un hub logistico, non sono gli unici posti dove faremo investimenti, ma anche nella trasformazione di prodotti alimentari. Sarà il primo porto logistico in Italia che userà energie rinnovabili, faremo degli stabilimenti in varie parti della Sicilia (Agrigento, Milazzo, Pace Del Mela, Messina e altri settori) per la produzione di pannelli solari e luci led nelle strade. L’energia che produciamo la consumeremo per le nostre attività, ciò che sarà in esubero sarà data gratis ai cittadini”.

“Il piano di investimento sarà di 1 miliardo di euro in cinque anni – ha detto parlando del progetto da realizzare nell’isola – e riguarda la trasformazione di prodotti agroalimentari, beni di consumo a trasporto rapido (latticino, olive e vino) e pannelli solari. Entro sette giorni il profilo della nostra compagnia e il progetto che faremo nei prossimi anni lo trasmetteremo alla Regione, a metà febbraio faremo un trattato di intesa per fare il nostro stabilimento con sede centrale a Milazzo e procedere da lì”.

“Il mio gruppo conta 16 mila dipendenti – ha aggiunto – operiamo nel settore dell’abbigliamento e per il 70% i nostri prodotti sono destinati al mercato europea, e in quello delle energie rinnovabili, abbiamo conseguito utili per 2,5 miliardi di dollari a marzo 2016, la sede principale della società è in India e dista tre chilometri da New Delhi”.