Marijuana pronta per lo spaccio, arrestato ravanusano




Ormai da qualche settimana i militari della Compagnia Carabinieri di Licata, impegnati nei servizi di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, avevano indirizzato le attenzioni investigative su V. A., 33enne di Ravanusa, pregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio. Ad attirare l’attenzione degli investigatori è stato il tenore e lo stile di vita condotto dallo stesso, sicuramente fuori portata per un disoccupato. SUV di grossa cilindrata e nessuna attività lavorativa. La perquisizione operata presso la sua abitazione ha permesso ai militari di rinvenire un chilo di marijuana, che il predetto aveva abilmente occultato all’interno di un vecchio mobile nel suo garage e di strumenti utilizzati per pesare e confezionare la sostanza stupefacente. Sempre durante la perquisizione, i Carabinieri hanno recuperato nell’abitazione dell’arrestato anche un pugnale da combattimento di interesse storico. Si tratta di un’arma in dotazione all’esercito austriaco durante la prima guerra mondiale che i soldati avevano in dotazione fino al 1918.

Il Ravanusano, arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura di Agrigento davanti alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
La droga sequestrata, che al dettaglio avrebbe fruttato oltre 3000 euro, sarà ora oggetto di analisi qualitative e quantitative per evidenziarne il potenziale in termini di principio attivo e dosi ricavabili.