Migranti: bloccato barcone a largo dell’Agrigentino, un altro soccorso da pescatori




Un barcone, con a bordo una quarantina di tunisini, è stato bloccato dalle motovedette della Guardia di finanza. Le fiamme gialle sono riuscite ad intercettare l’imbarcazione – diretto al Lido Rossello – prima che giungesse
sulla terraferma e prima, dunque, che si registrasse l’ennesimo sbarco “fantasma”.

Tutti i migranti sono stati già portati sulla banchina di Porto Empedocle e trasferiti alla tensostruttura dove sono in corso le procedure di identificazione e i primi controlli sanitari.

Intanto, un altro barcone, con a bordo 14 tunisini, è stato soccorso, a circa 30 miglia dalla costa di Porto Empedocle, da un peschereccio.
L’imbarcazione aveva già iniziato ad imbarcare acqua e, a causa del mare mosso, rischiava di colare a picco. Fra i migranti   vi sarebbe anche un uomo che sta male. La Capitaneria di porto ha dirottato sul posto – in quella che è una operazione “Sar” – le motovedette. Sembra probabile che i tunisini vengano nuovamente trasbordati sulle unità di soccorso per essere trasferiti al molo di Porto Empedocle.