Nanetta Corridora: “Io faccio sport perché…”




Buongiorno amici podisti, in questa domenica di marzo densa di gare e allenamenti, con la primavera alle porte e la “prova costume” sempre più vicina, voglio lasciare la parola ai miei amici sportivi a cui ho chiesto di rispondere ad una semplice domanda “perché fai sport?”.

L’esperimento, particolarmente riuscito, ha dato risultati davvero interessanti ed inaspettati, leggerete motivazioni tra le più stravaganti e gioiose; uomini e donne, diversi tra loro per età , professione e condizione sociale che hanno spiegato i loro “perché” e che generosamente mi hanno regalato parte del loro tempo raccontandosi, mettendosi a nudo.

L’idea è quella di fornire a voi lettori le motivazioni per iniziare a fare sport o per continuare a farlo; spero che ognuno di voi si possa riconoscere in una o più storie affinché possiate trovare nell’esperienza degli altri una parte di voi, uno spunto che vi faccia dire ” anch’io posso farlo” perché nello sport prima delle gambe, delle braccia , dei muscoli occorre che ci sia la testa, la voglia di fare e di muoversi ognuno, come leggeremo, per le sue buone ragioni.

Vi auguro buona lettura.

BETTA, 45 anni, giornalista ( Betta è una mamma, una moglie, una lavoratrice instancabile ed anche una pendolare…)

  • Perché mi viene naturale. 
  • Perché l’ho sempre fatto, fin dai 6 anni, fin da quando mio papà fissato col tennis iscrisse al circolo tutti i suoi 5 figli. 
  • Perché pur senza mai essere stata un talento in nessuna delle attività in cui mi sono cimentata, muovermi fa parte del mio ciclo vitale tanto quanto mangiare e dormire. 
  • Senza altri obiettivi che non siano quelli di svuotare la testa e muovere i muscoli. In fondo, mica siamo nati per stare seduti a una scrivania o sdraiati sul divano.

NATALE , 61 anni, lavoratore dipendente ( Natbond, come lo chiamiamo affettuosamente, é un ragazzone dal sorriso grande e luminoso, non si ferma di fronte a niente vi assicuro )

  • Io faccio sport perché mi fa  ringiovanire, 
  • ritrovo il meglio di me stesso,
  • vedo la vita con positività

MICOL, 37 anni ….navigando verso i 38 Impiegata, smanetto codice -> programmo e sono project manager in ambito IT ( Micol è una dolce bambolina di porcellana che trova il tempo, tra l’altro,  anche per CUCINARE DA DIO!!! La sera nella nostra chat attendiamo la foto delle prelibatezze che preparara….in attesa di poterle  anche assaggiare…vero Micol?)

  • Sono pendolare imbruttita da 12 anni ormai è il viaggio è l’allenamento più difficile devo dire, tanta pazienza ore al freddo e spesso in piedi per buona parte del viaggio.
  • Corro perché, eh ora ch ci penso.. io non ho mai corso in vita mia (tranne pochi anni da centometrista) ho iniziato a correre perché qualcuno mi ha detto che non ce l’avrei mai fatta. 
  • Ho iniziato a correre però in modo più costante per svuotare la mente e anche un po’ per “sfinirmi” in un periodo brutto della mia vita, l’anno scorso. Era l’unico modo per riuscire a calmarmi e scaricare tutta quell’ansia che mi provocava attacchi di panico fortissimi(ora rari ma ci sono ancora..) riuscivo finalmente a dormire, sfiancandomi con la corsa.
  • Attrezzatura necessaria poca, spazio intorno a casa dove andare a correre, infinito, visto che abito nel nulla. 
  • Le prime volte mi sembrava di morire, ora non potrei farne a meno.
  • Per ora preferisco correre ancora in solitaria(ansia da prestazione paura di far figuracce), con i miei tempi in silenzio ad ascoltare solo la natura o con la mia compilation preferita nelle orecchie.
  • In fondo la mia vita è sempre stata di corsa, ho cominciato a camminare a 9 mesi e da lì non mi sono mai fermata, sono iperattiva e mi muovo sempre, correre mi viene ababstanza naturale, seppur sia ancora molto lenta :P .
  • La stessa cosa direi che vale per lo sport in generale, che ho cominciato poi a fare oltre le corsa, come sai nuoto e bici e anche palestra. 
  • Anche in questo caso tutti a dirmi ma sei matta..ma non ce la farai mai.. ma non ti ammali a correre nella neve ed andare in bici col freddo??? 
  • Ma se non hai nemmeno tempo, stai fuori tutto il giorno.. Perché ti alleni?? ecc ecc
  • Più me lo dicono più insisto, certo con risultati scarsi ma mi diverto e sto bene da quando corro e faccio sport… e conosco persone simpatiche come te e tutti il gruppo TRIPV delle nostre chat tutte matte.

JESSICA, 27 anni , infermiera ( uno scricciolo dalla volontà di ferro, una ragazza dolce e forte che vorrei ringraziare tanto per la generosità del suo racconto)

  • Faccio sport perché negli anni ho scoperto di averne sempre più bisogno quotidianamente, semplicemente per funzionare, in compagnia o da sola, non ha importanza. 
  • È diventato indiSpensabile ormai come mangiare, lavorare o.dormire. 
  • Tuttavia non è mai scontato, è bellissimo, ed è sempre grazie allo sport che ho affrontato i miei disturbi alimentari e mi sento sempre più libera.

PAOLO, 52 anni, consulente ( bello dentro e fuori il mio amico Paolino , un uomo ….da sposare….vero BETTA?)

  • Faccio sport perché… perché è divertente, in primo luogo. 
  • Poi perché da ragazzino ero uno di quelli che nello sport non riusciva (perché scarso) e allora fare lo sport da adulto è stato un po’ una rivincita nei confronti di quelli che lo facevano bene da ragazzi e poi a 30 erano disfatti. 
  • Faccio sport perché fa stare bene nel corpo e nella testa. 
  • Faccio sport per stare in mezzo alla natura. 
  • Faccio sport perché mi piace stare in mezzo ad altre persone. 
  • Faccio sport perché in maglietta e calzoncini non conta il conto in banca ma conta quanto forte fai girar le gambe. 
  • Anche se, negli ultimi 10 anni, comincia a contare anche il conto in banca. 
  • Mi piacciono molto i cross e le gare corte perché non conta il personale o “superare i propri limiti” ma conta superare i tuoi avversari;  a quali stringi la mano e dai un abbraccio un metro dopo la linea d’arrivo. 
  • Per poi correre al ristoro. 

BENEDETTA, 25 anni, medico ( la nostra dottoressa volante, fortissima, fortissima, fortissima! Le vince tutte le gare e, anche se potrebbe tirarsela alla grande, è sempre umile, gentile e sorridente…..la mia figlioletta ideale)

  • Faccio sport per scoprire e stupirmi:
  • scopro i miei limiti e i segnali del mio corpo, li interpreto, li assecondo, li prevengo,
  • mi stupisco di cosa sa fare la ragazzina un po’ impacciata e molto scoordinata che prendeva 7 di ginnastica in pagella “peccato perchè le abbassa la media”, “al secondo quadrimestre glielo alziamo perchè se non altro si comporta bene a lezione”,
  • mi stupisco delle persone che incontro, di quanto si può avere in comune con qualcuno che sembrava così distante, di quanto può voler dire un abbraccio dopo una gara o un incitamento in un momento difficile
  • scopro con l’esperienza se è proprio vero che quando nevica non bisogna uscire, che bagnarsi i piedi fa ammalare, che un vero sportivo deve mangiare carboidrati, anzi no, solo proteine, anzi no, comprare gli integratori, anzi no.. comunque l’importante è lo stretching (ooops..), 
  • mi stupisco dei paesaggi, della natura, dei luoghi che non conoscevo, della passione di chi vuole farli conoscere, della nostra piccolezza di fronte alle condizioni atmosferiche, e della ricchezza che dà il fatto di conoscere tutto questo.
  • Insomma, per parafrasare De Andrè, ad un non-sportivo potrei dire che faccio sport perchè “sono più curiosa di lui, sono molto più curiosa di lui”

PATRIZIA, 42 anni, lavoratrice dipendente ( La Patty….testa calabrese cresciuta a Rozzano…..un mix esplosivo di caparbietà e dolcezza, ma non fatela incazzare…..)

  • Tutto e’ iniziato per vanita’…
  • Volevo dimagrire, slanciarmi, rassodare….infigafotonizzarmi insomma…..:-)
  • Poi….lo sport era ed e’ stato un diversivo x staccare da studio/lavoro/stress di ogni genere…
  • …poi…andando avanti nello scoprire tanti sport e soprattutto POTERLI FARE….il fatto di conoscere tanta bella gente….mi ha fatto solo da ‘molla’ x farne altro e diversificare…
  • Approdando al triathlon….
  • E piu’ vedo che faccio fatica….e piu’ voglio superare e vincere queste fatiche…
  • E vincere le mie fatiche….mi fa sentire FORTISSIMA…..nel fisico…ma soprattutto nella testa….
  • Ed e’ BELLO VINCERE ED ESSERE FORTI…SEMPRE!!!

STEFANIA, 36 anni, impiegata (buyer), ( quante cose in comune io e te Stefy……anche la passione per lo sport che ci aiuta a non pensare)

  • io faccio sport perché…
  • perché senza non mi sento me stessa
  • mi fa stare bene
  • non riesco a stare ferma
  • ne sento il bisogno fisico
  • ne sento il bisogno mentale
  • è una droga
  • crea dipendenza
  • se non lo faccio divento irritabile

ROBERTO, 45 anni, mio marito (….ed è il mestiere più difficile, un ometto silenzioso, gentile e garbato che mi ha insegnato tutto e a cui ho trasmesso la passione per lo sport….e chi lo ferma più ?)

  • Corro perché l’aria nei polmoni che vanno a mille mi fa stare bene.
  • Perché quando corro non penso a tutto il brutto della vita, anzi no, ci penso e mi incazzo e corro più forte. 
  • È dopo, quando finisci che sei talmente stanco che non pensi più a niente e non pensare fa bene.
  • Corro perché posso ascoltare la mia musica nelle cuffiette bianche e siamo solo io e Lei.
  • Corro perché devo provare a starti dietro. 
  • Ma resto indietro anche lì. Ma almeno per una volta posso dire di averci provato.

Grazie picciotti mi avete fatto un bellissimo regalo!

Buone corse a tutti quanti