“Nanetta Corridora”: Ogni scusa è buona




Buongiorno a tutti amici runner.

Nel giorno in cui si svolge la mezza maratona della concordia in uno scenario incantevole e con un clima decisamente mite, vorrei invitarvi ad una riflessione in relazione alle condizioni in cui ci alleniamo.

Parlo in generale di condizioni meteo, condizioni di salute, “pensieri per la testa” e varie situazioni che influenzano il nostro allenamento.

Partendo dal presupposto essenziale che l’ attività fisica per essere efficace deve essere costante ( se correte un girono e state fermi dieci non avete concluso molto) , sappiamo tutti molto bene che sono numerose le condizioni che ci fanno dire ” oggi non posso sarà per un’altra volta”.

Non è così! O meglio, non sempre è così.

Dobbiamo imparare a prendere dallo sport l’insegnamento più importante: se facciamo qualcosa, se la iniziamo, dobbiamo essere in grado di portarla avanti con dignità e puntualità, non ricorrendo mai a giustificazioni facili, non cadendo mai nella tentazione di auto assolverci.

 E questo insegnamento dovremmo avere il coraggio di portarlo nella nostra vita di tutti i giorni quando, a fronte di certe situazioni di difficoltà , affidiamo agli altri o alla sfiga la responsabilità senza mai analizzare il nostro comportamento .

Ritornando quindi allo sport, alla corsa in particolare proviamo ad elencare alcuni esempi degli ipotetici impedimenti e della loro soluzione.

  1. Oggi piove. Mettiti il k-way.
  2. Ho finito tardi al lavoro. Ti alleni più tardi.
  3. C’è la partita della mia squadra del cuore. Ti alleni prima in modo da poterla vedere.
  4. Il fidanzato mi ha lasciata. Esci a correre , ti sfoghi e potresti anche trovarne un’altro.
  5. Mia suocera mi ha fatto incazzare. Minchiate! Le suocere fanno incazzare tutte, sempre, per contratto. Te ne freghi e ti alleni almeno eviti di picchiarla.
  6. Devo cucinare. Organizzati prima, prepara pranzi, cene e merende ogni volta che hai tempo e surgela tutto già in porzioni, ti basterà scongelare prima di uscire.
  7. Ho il raffreddore. Corri che si sfoga prima.
  8. Ho mal di testa. Corri che ti passa.
  9. Ho il cagotto. Corri in aperta campagna ….non devo spiegarti il perché.
  10. C’è freddo. Copriti ma non troppo, correndo ti scaldi.
  11. C’è caldo. Allenati al mattino presto o alla sera.
  12. C’è vento. Ottimo! Anche  se corri in pianura sarà come allenarsi in montagna.
  13. É morta la zia. Ormai è morta che vuoi fare.
  14. È arrivata mia cugina. O viene con te o ti aspetta ….che tanto torni.

Non cercate scuse e buone corse a tutti.