Omicidio Vinci, il PM chiede 30 anni per Lodato




Il PM Alessandra Russo, ha chiesto la condanna a 30 anni di carcere per omicidio premeditato, aggravato dai futili motivi, senza concessione delle attenuanti generiche, per Daniele Lodato, il canicattinese arrestato lo scorso 18 giugno per l’omicidio del 22enne Marco Vinci.

Il processo si celebra dinanzi al GUP Alfonso Malat che ha rigettato la richiesta di revoca degli arresti in carcere con applicazione degli arresti domiciliari e braccialetto, richiesta dall’avvocato difensore di Lodato.

I genitori di Vinci, si sono costituiti parte civile con l’assistenza dell’avvocato Santo Lucia.

Si proseguirà il 25 maggio con le conclusioni dei legali.