Piantagione di marijuana a Torre di Gaffe, due condanne




Lo scorso 4 settembre I poliziotti del Commissariato di Licata, coordinati da Marco Alletto, e della sezione antidroga della Squadra Mobile di Agrigento, diretta da Vincenzo Di Piazza, hanno scoperto a Torre di Gaffe una piantagione di marijuana e hanno sequestrato piante già fiorite, fino a un metro e 90 centimetri, per circa 244 chili. Sono stati arrestati ai domiciliari Francesco Cottitto, 40 anni, e suo nipote, Emanuele Burgio, 24 anni, di Palma di Montechiaro, braccianti agricoli. Ebbene, adesso, innanzi al giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Sfefano Zammuto, Cottitto e Burgio hanno patteggiato la condanna a 1 anno e 11 mesi di reclusione, pena sospesa.