Porto Empedocle: operatori ecologici formati ma i cittadini continuano a scaricare per strada i rifiuti




Il miglioramento del servizio di raccolta rifiuti “porta a porta”, passa anche attraverso una costante formazione professionale degli operatori ecologici. Con questa “mission”, si sono concluse le due giornate dedicate all’aggiornamento degli operatori ecologici dell’Aro Vigata – Scala dei Turchi che si occupano del servizio di raccolta differenziata nei comuni di Porto Empedocle e di Realmonte.

I corsi, svoltisi all’Hotel dei Pini a Porto Empedocle, sono stati curati da da personale specializzato proprio sui argomenti legati alle tematiche della raccolta differenziata e sono serviti ad aggiornare ulteriormente, il personale della Società Consortile Realmarina fornendo loro, ulteriori input per un miglioramento nel servizio.

“Siamo assolutamente soddisfatti per la partecipazione e l’interesse che gli operatori ecologici hanno mostrato durante i corsi formativi – ha commentato l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – e siamo sicuri che si riveleranno passaggi importanti per migliorare il servizio a Porto Empedocle e Realmonte. Certo – continua Alongi – rimangono anche criticità non ancora risolte nel servizio partito ormai da diversi mesi. Non possiamo non sottolineare come ci siano ancora diversi casi di cittadini che, giornalmente, non sono non effettuano la differenziata come la legge prevede, ma non hanno alcuna remora a lasciare la propria spazzatura dove ritengono più opportuno. Questi atteggiamenti, fanno in modo che si creino delle continue discariche abusive specie nelle periferie urbane oppure che vengano riempiti a qualsiasi ora del giorno, i cassonetti dei comuni limitrofi a quelli dove è avviato il porta a porta, come ad esempio si verifica ad Agrigento. Abbiamo lanciato tanti appelli sia alle istituzioni che ai cittadini stessi affinchè ci possano essere, da un lato più controlli e dall’altro che si rispetti la legge. Ma purtroppo, dobbiamo constatare, con scarsi risultati”.