Porto Empedocle: tentano rapina in tabaccheria, arrestati dalla Polizia di Stato




Intorno alle ore 20.00 di ieri 25 giugno 2018, in Porto Empedocle, la Polizia di Stato ha arrestato tre giovani minorenni empedoclini colti nella flagranza del reato di rapina pluriaggravata in concorso ai danni di una rivendita di tabacchi.

IL FATTO
Subito dopo la consumazione del reato, la Sala Operativa diramava una nota a tutte le auto in zona con cui segnalava una rapina a mano armata perpetrata da due o più soggetti travisati da passamontagna in una tabaccheria sita in Porto Empedocle.

Immediatamente, gli equipaggi della Squadra Mobile, del Commissariato di P.S. di Porto Empedocle e le Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico raggiungevano l’area segnalata, prendendo visione delle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza, dalle quali si evincevano in modo chiaro e limpido le fasi della rapina, nonché le fattezze fisiche degli autori del reato ed il loro abbigliamento.

In particolare, si notavano due soggetti travisati da passamontagna, di cui uno minacciava la proprietaria con in mano una pistola, poi rivelatasi arma giocattolo. Nonostante le resistenze fisiche della titolare l’esercizio commerciale, i due malviventi, dopo che uno di essi perdeva una scarpa di colore rosso, si allontanavano impossessandosi del registratore di cassa. L’immediata attività posta in essere dagli equipaggi della Polizia di Stato di circoscrivere la zona ed il conseguenziale rastrellamento della stessa, permetteva di rintracciare, nei locali in disuso dell’ex “Hotel Africa”, tre minori intenti a confabulare. Due di essi venivano immediatamente bloccati, mentre il terzo riusciva a fuggire nelle campagne circostanti.

In detto sito, dopo una capillare ispezione, veniva rinvenuto uno dei passamontagna utilizzati dai rapinatori, nonché l’altra scarpa di colore rosso utilizzata dai uno dei malviventi. La successiva attività info-investigativa, permetteva di acquisire materiale gravemente indiziario a carico dei due soggetti già fermati, nonché l’individuazione del terzo soggetto, che si era dato alla fuga. Lo stesso veniva immediatamente rintracciato per le vie di quel centro. Attesa la flagranza del reato, i tre minori sono stati tratti in arresto e su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Palermo sono stati tradotti presso il C.P.A. di Palermo.