Racalmuto, inaugurazione della nuova giostra “inclusiva” anche per bambini diversamente abili




Si terrà giovedì 24 maggio alle ore 17:00, all’interno del Parco gioco di V.le Hamilton di Racalmuto, l’inaugurazione della Prima Giostra “inclusiva” anche per bambini diversamente abili.

L’assessore ai servizi sociali dott.ssa Carmela Matteliano si dichiara molto felice e orgogliosa per ciò che è stato realizzato: “Un’area ludica senza barriere”, un fatto simbolico con un’enorme valenza educativa, perché promuove una cultura del sociale come spazio di condivisione e di inclusione che arricchisce tutti”, ed invita la comunità, le associazioni, le istituzioni a partecipare a questo speciale appuntamento. Un appuntamento a cui non mancheranno di partecipare i ragazzi del Centro Padre Cipolla di Racalmuto, le loro famiglie, l’Arciprete Don Diego Martorana e gli operatori del centro”.

“L’acquisto della giostra e la relativa pavimentazione del tappetino anti-trauma – dichiara il sindaco Avv. Emilio Messana – è ancora una volta la dimostrazione di un piccolo segnale di ripresa di questa comunità che pian piano cerca di uscire da una situazione di grave pre-dissesto finanziario. La collocazione di una giostra destinata anche per i bambini diversamente abili è un intervento qualificante che fa parte di un complessivo progetto di valorizzazione delle aree verdi del nostro paese. Nonostante le enormi difficoltà economiche del comune ogni giorno lavoriamo per cercare di mettere da parte delle risorse finalizzate a riqualificare gli spazi a disposizione dei nostri ragazzi. I giovani sono sempre al centro della nostra attenzione costante”.

“La giunta – dichiara l’assessore ai lavori pubblici, dott. Valerio Canicattì, – ha espresso l’orientamento per i futuri acquisti di attrezzature per parchi giochi e di dare priorità all’acquisto di giostre utilizzabili da tutti i bambini, anche con disabilità, per permettere a tutti i bambini e le bambine di socializzare e giocare insieme. “La fruibilità di tale giostra e di altre simili in futuro – conclude il sindaco – offre un’opportunità in più a tutti i bambini e le bambine sia residenti, sia turisti, anche diversamente abili, e avrà una positiva ricaduta sull’intera comunità, valorizzando il diritto allo svago e al tempo libero per tutti“.