Sciacca: esondato il fiume Foggia, contrade isolate - AgrigentoWeb.it

Sciacca: esondato il fiume Foggia, contrade isolate

Sciacca ancora nella morsa dei disagi causati dal maltempo. Come riporta “Il Corriere di Sciacca”, è esondato il torente Foggia, quello che costeggia l’officina Tummiolo e poi sversa tra la Tonnara e la Foggia. Praticamente le contrade San Marco e Foggia sono isolate. E’ impossibile raggiungere Sciacca, e, ocvviamente, viceversa. Alla Foggia le abitazioni a


Sciacca ancora nella morsa dei disagi causati dal maltempo.

Come riporta “Il Corriere di Sciacca”, è esondato il torente Foggia, quello che costeggia l’officina Tummiolo e poi sversa tra la Tonnara e la Foggia. Praticamente le contrade San Marco e Foggia sono isolate. E’ impossibile raggiungere Sciacca, e, ocvviamente, viceversa. Alla Foggia le abitazioni a piano terra sono allagate a causa dell’esondazione del torrente.

Chiusa la Statale 115.

Uomini della Polizia Municipale sono da tempo al lavoro, inseme alla Polizia di Stato, per governare il traffico e dirottare altrove automobilisti che, con palese incoscienza, a volte tentano di forzare il blocco. Al lavoro già da diverse ore la locale Protezione Civile e la Squadra di pronto intervento comunale e Vigili del Fuoco.

Il Cansalamone è in continuo aumento di portata. Per tale motivo di pericolo si invita la cittadinanza a evitare la zona e le paerti basse del Cansalamone, lo Stazzone e la banchina Marinai d’Italia.

L’avviso di nallerta arancione, diramato ieri pomeriggio dal Comune di Sciacca e dalla Protezione Civile, prevedeva la grossa precipitazione che si sta verificando. Nonoistante ciò, c’è parecchia gente che esce a bordo di auto per la curisoistà di “vedere” ciò che sta accadendo. Il rischio è elevato, ed è davvero da evitare di uscire da casa se non per estremi motivi di necessità.

Il sindaco Fabrizio Di Paola, comunque, ha utilizzato i social network e i siti d’informazione locali per appellarsi alla cittadinanza a non lasciare le proprie abitazioni. C’è il timore che possano verificarsi altre tragedie, come quella di Vincenzo Bono, l’uomo disperso nel nubifragio di due mesi fa e non ancora ritrovato.

In queste ore protezione civile e vigili del fuoco stanno effettuando numerosi sopralluoghi nelle zone più critiche. Ci sarebbero gravi danni ad immobili e attività commerciali.

You must be logged in to post a comment Login