Sciacca, volontaria della Croce Rossa salva bagnante ferito




Conoscere le basi del primo soccorso può  essere di vitale importanza perché in qualunque momento una persona può  avere bisogno di aiuto.  Lo sanno bene i volontari della Croce Rossa Italiana che dal primo corso base che effettuano imparano tutte le tecniche necessarie per effettuare il primo soccorso attraverso i presidi medici disponibili.

Ma Croce Rossa  ti insegna anche come intervenire  quando ti ritrovi a mani nude senza supporti medici e qualcuno sta male.

E’ quello che è  accaduto ieri nella spiaggia Sovareto di Sciacca.

Nunzia Carruba,  volontaria CRI del Comitato di Agrigento ha soccorso un turista di 50 anni  cardiopatico sulla spiaggia.

L’uomo aveva un emoraggia alla gamba in   seguito ad una ferita  subita mentre faceva il bagno e la volontaria,  avvalendosi delle tecniche imparate in croce rossa è  subito intervenuta a prestare aiuto.

Ha dapprima  pulito con acqua e tamponato con garze della cassettina del primo soccorso datela dai bagnini ma poi vedendo che l’emorragia non si arrestava  ha  usato una corda trovata  sul luogo,  utilizzandola come laccio emostatico .

Nell’attesa dell’arrivo del 118 ha poi supportato psicologicamente l’uomo e  la moglie, turisti in vacanza, molto spaventati per l’accaduto.

Altra cosa spiegata nei corsi della Croce Rossa perché  il supporto psicologico ai feriti e a chi è  vicino al paziente è  importante quanto  l’aspetto sanitario .