Solidarietà: Stipulato protocollo di intesa tra AICS e Volontari di Strada




Siglato il protocollo di intesa tra la presidenza provinciale dell’ Ente AICS e l’Associazione Onlus Volontari di Strada di Agrigento.

Lo scopo è quello di incentivare e promuovere la collaborazione tra gli organismi territoriali delle due organizzazioni, al fine di favorire lo scambio di esperienze e conoscenze tra le due realtà.

Attraverso il protocollo, composto da sette articoli, l’Ente Aics e l’Associazione Onlus Volontari di Strada si impegnano a promuovere ed a condividere attività ed obiettivi ispirati da criteri di cooperazione e collaborazione che hanno come finalità ultima il volontariato e la solidarietà sociale, attraverso la lotta contro la marginalità e il sostegno fisico e psicologico alle famiglie bisognose.

Sempre attraverso il protocollo, l’ Ente AICS mette a disposizione il personale specializzato e materiale occorrente alla realizzazione di attività culturali e di sensibilizzazione sociale, coinvolgendo i Volontari di Strada durante le fasi progettuali in risposta a vari bandi Europei, Nazionali, Regionale.

Sono particolarmente soddisfatto e felice di sottoscrivere questo protocollo – sottolinea il Presidente Provinciale dell’Ente AICS, Cav. Dott. Giuseppe Petix perché da tempo seguo con particolare attenzione le attività svolte dai Volontari di Strada nel territorio agrigentino a favore delle famiglie bisognose. Questo protocollo, che segue quelli con altre associazioni, università, comuni e scuole – conclude Petix – valorizza e rafforza l’impegno del nostro Ente nel Terzo Settore”.

Soddisfatta anche la Presidente dell’Associazione Volontari di Strada, Anna Marino: “Siamo un’associazione che si muove a tutto campo nel territorio, intercettando i bisogni e le aspettative dei cittadini e delle tante famiglie che vivono difficoltà economiche. E’ bene che due organizzazioni come Aics e Volontari di Strada avviino una proficua collaborazione con l’obiettivo di dare risposte alle necessità e alle esigenze dei cittadini”.