Strada degli Scrittori, tondini di ferro fuoriescono dalla struttura




Da qualche anno, sul nuovo tratto a doppia carreggiata della SS 640 Agrigento/Caltanissetta, oggi denominata Strada degli Scrittori, fra il km 10.500 e 11.000 un altissimo muro di controripa in cemento armato si staglia, imponente, sul lato destro della carreggiata per contenere il fronte di terreno retrostante.

Tutto normale? Non tutto è proprio normale perché dal muro suddetto fuoriescono, a fasci, tondini di acciaio d’armatura che dovrebbero servire a collegare al manufatto altri elementi strutturali, situazione molto pericolosa in caso di incidente o sbandamento di veicoli che potrebbero essere catapultati su tali ferri con il rischio, fatale, di infilzare mortalmente automobilisti o, peggio ancora, motociclisti.
Sarebbe quindi opportuno che l’Anas, ente proprietario del tratto stradale interessato, o il concessionario dei lavori di realizzazione del muro si adoperassero per coprire i ferri o tagliarli adeguatamente in modo da mettere in sicurezza l’opera ed evitare che, come suol dirsi, ci scappi il morto e l’importante infrastruttura inizi a far parlare di sé come nuova strada della morte.