Tentano furto di uva: quattro in manette, il proprietario “ringrazia”




Avevano appena finito di caricare otto quintali d’uva asportata da un vigneto durante la nottata appena trascorsa, in contrada D’Agostino a Campobello di Licata.

Quattro individui, infatti, si stavano rifornendo di uva da tavola, caricata su alcune autovetture ma proprio sul finire, sono stati acciuffati dai carabinieri della compagnia di Licata, impegnati in un servizio di prevenzione nelle aree rurali.

I quattro, sfiniti dalla stanchezza, quando si sono visti accerchiare dai militari dell’arma, non hanno neanche tentato la fuga a piedi.

E cosi’ sono finiti in manette Giovanni Barbera, 45 anni, Franco Giuseppe Masaracchio, 45 anni, Salvatore Licata di 28 annie Salvatore Fabio Lanzino di 36 anni.

La refurtiva e’ stata riconsegnata al proprietario del vigneto, il quale, oltre a ringraziare i carabinieri per la restituzione, sembrera’ una barzelletta, ha ringraziato anche la sfortunata banda per avergli fatto il raccolto degli otto quintali d’uva, che oramai era pronta ed in perfetto stato di maturazione.

I quattro, su disposizione dell’autorita’ giudiziaria, sono stati ristretti agli arresti domiciliari.

L’odierna operazione, insieme a quella analoga effettuata alcuni giorni fa dai carabinieri di Canicatti’ con l’arresto di due malfattori che si erano impossessati di circa una tonnellata d’uva, rientra nel quadro del potenziamento dei servizi di prevenzione disposti dal comando provinciale carabinieri Agrigento, volti a garantire la sicurezza pubblica nelle aree rurali, in questo particolare periodo dell’anno.