Tentata rapina ad una casalinga, arrestato 32enne licatese




I carabinieri della stazione di Licata, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall’ufficio g.i.p. del tribunale di Agrigento, su richiesta della procura della repubblica, hanno arrestato un bracciante agricolo di 32 anni. L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di tentata rapina aggravata e lesioni personali aggravate.
In particolare i militari dell’arma, al termine di attività investigativa, avrebbero appurato che il licatese, nella mattinata del primo maggio scorso, si sarebbe introdotto all’interno dell’abitazione di proprietà di una casalinga licatese, ubicata nel centro della città, intimando a quest’ultima, con la minaccia di ritorsioni, di consegnargli il denaro in suo possesso, senza riuscirvi.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria.