Tutelare le guide turistiche nella Valle, la Cna chiede un incontro ai vertici dell’Ente Parco




“Chiederemo un urgente incontro ai vertici dell’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi per porre al centro dell’attenzione il disagio manifestato dalle guide turistiche”.

La Cna Agrigento, raccogliendo il grido d’allarme degli operatori, è pronta ad avviare una seria interlocuzione con il presidente Bernardo Campo e con il direttore Giuseppe Parello.

“Vogliamo, con loro, approfondire la questione – affermano il presidente Mimmo Randisi e il segretario Piero Giglione – e capire se ci sono i margini per trovare soluzioni che possano andare incontro alle esigenze di questi professionisti del turismo, la cui attività è stata limitata dopo l’affidamento dei servizi, cosiddetti aggiuntivi, ad una ditta privata che controlla ora anche la gestione delle visite guidate. In particolare viene negata alla categoria, che non può essere penalizzata e mortificata, la possibilità di installare all’interno del Parco, così come avveniva in precedenza, delle strutture amovibili, utili a calamitare l’attenzione di quella fetta di pubblico interessata ad un tour accompagnato. In attesa di aprire questo momento di confronto con l’Ente Parco, che ci auguriamo possa essere costruttivo e portare ad un favorevole punto di incontro – sottolineano Randisi e Giglione – noi monitoriamo e teniamo vive altre opzioni, seppur alternative. Abbiamo scomodato infatti il commissario dell’ex Provincia regionale di Agrigento, Marino, al quale abbiamo chiesto se, nella struttura di informazione del Libero Consorzio presente nella valle, possano trovare ospitalità le guide turistiche. La dignità professionale e il lavoro vanno tutelati. Anche perché si tratta, noi a quelle ci riferiamo, di figure specializzate e regolarmente abilitate dalla Regione, il cui prezioso servizio – concludono Randisi e Giglione – certamente valorizza e qualifica l’offerta turistica”.