Viadotto Petrusa: Adiconsum propone class action contro l’Anas




Continua la protesta dei residenti in contrada Petrusa che, a margine dell’ennesimo incontro, hanno dato mandato all’Adiconsum Cisl di citare in giudizio l’Anas, responsabile del disagio patito dagli abitanti, residenti e non, della contrada a causa dell’abbattimento e della mancata ricostruzione del ponte di collegamento Petrusa.

Circa cinquanta le famiglie che con la citazione chiederanno all’Anas di predisporre, in primo luogo, una strada alternativa che consenta la viabilità nella zona interessata, oltre al risarcimento dei danni subiti, dalle stesse, dal mese di dicembre 2016 ad oggi.

Ricordiamo che diverse sono state le proteste, rimaste inascoltate, dei cittadini negli ultimi mesi, esasperati dalle difficoltà di collegamento con il centro città.

Dalle ultime notizie rese note, sembrano essersi allungati i tempi di realizzazione della struttura, l’Anas, infatti, nei mesi scorsi aveva annunciato che in Autunno sarebbe stata avviata la procedura di appalto per l’affidamento dei lavori, salvo poi apprendere che sono ancora in corso le procedure di esproprio.

“Ad oggi abbiamo registrato il disinteresse del Governo regionale e nazionale, delle amministrazioni comunali di Favara ed Agrigento nonché dell’intera classe politica agrigentina – dichiara il segretario provinciale della Cisl, Maurizio Saia -. Ancora una volta, ci dispiace constatare come lo Stato ed i pubblici poteri negano la possibilità di esercitare il diritto di cittadinanza alle nostre comunità”.