Vittoria e play off, domenica da sogno per la Fortitudo Agrigento




Per il quinto anno consecutivo la Fortitudo Agrigento conquista i play off. I biancazzurri diventano “giganti” a Roma e battono la Leonis con il punteggio di 81 a 86.  Dopo un inizio balbettante, dal terzo periodo in poi è Williams a prendere per mano la Fortitudo Agrigento, anche se, il terzo quarto si apre con il canestro del sorpasso. Punti pesanti che permettono ad Agrigento di superare la Leonis e condurre la gara.

Non è stato facile, Agrigento si è imbattuta davanti “l’urgano” Sims, 41 punti per lui. Nonostante la prestazione sontuosa dell’americano,  la Fortitudo si è affidata agli schemi di coach Ciani, alternando la cabina di regia e non dando mai punti di riferimento agli avversari.

Tutta di forza la prova di Zilli, che sotto canestro ha provato ad arginare le insidie della Leonis. Williams è stato il valore aggiunto, con Cannon che nei momenti più caldi ha fissato il + 10.

Nel terzo periodo pesa come un macigno il parziale di 17 a 28 ad opera dei biancazzurri. E’ Pepe a tentare le triple, canestro che gli riesce innescando la volata della sua Fortitudo. Nell’ultimo periodo di gioco, la Leonis alza la testa portandosi anche a – 5. A metà campo è lotta d’astuzia tra Williams e Piazza.

Sotto la plancia Cannon ha fatto valere il fisico, Sims ha portato via palloni velenosi ad Evangelisti, ed Ambrosin che conquista falli pesanti, mandando fuori gioco Bonessio per cinque falli a pochi minuti dalla fine. Agrigento, tiene alta l’attenzione e porta a casa una partita fondamentale.

Nei primi due quarti, l’apporto di Guariglia è stato importante, suoi i canestri al pronti via che hanno alzato l’attenzione della sua Fortitudo. Bene Zugno, abile a servire Cannon e condurlo a canestro. Sorride Agrigento, che per il quinto anno di fila, conquista l’accesso ai playoff.